Cerca nel sito

Una Amatriciana per ricostruire

Ogni piatto è un mattone che contribuisce a costruire il futuro.
Sosteniamo le comunità colpite dal sisma del centro Italia fornendo un aiuto concreto alla ricostruzione delle strutture scolastiche.

I risultati

  • Bambini beneficiari
  • m2
    Dimensioni della scuola ricostruita
  • Piatti di Amatriciana serviti
  • Singole donazioni
Umbria
2016
2017
Umbria

In collaborazione con: Fondazione Francesca Rava NPH Onlus

LA SFIDA: tornare alla normalità in tempi brevi dopo l’emergenza

Alle 3:36 della notte tra il 23 e 24 agosto 2016 interi Comuni del centro Italia sono stati devastati da un terremoto di magnitudo 6.0.
Alcune cittadine sono state letteralmente rase al suolo e la conta dei danni è stata altissima in tutto il territorio, con abitazioni e infrastrutture pubbliche distrutte e soprattutto con centinaia di persone che hanno perso la vita.
La risposta all’emergenza è stata prontissima, fin dalle prime ore dopo il sisma, con aiuti e donazioni arrivati da ogni parte del mondo.
Una mobilitazione collettiva che, sull’onda dell’emozione, ha dato conforto alla popolazione coinvolta e agli oltre 4000 sfollati.
A distanza di soli due mesi, il 30 ottobre 2016, la comunità è stata nuovamente ferita da una scossa di magnitudo 6,5, la più forte in Italia negli ultimi trent’anni, che ha colpito la zona di Norcia senza provocare vittime, ma procurando danni ingenti al patrimonio artistico e alle abitazioni e rendendo inagibili molte strutture scolastiche.
La sfida, per tutte le persone che vivono in questa terra martoriata, è il lento ritorno alla normalità.
Una condizione che richiede un contributo tempestivo e concreto nell’emergenza, ma che necessita soprattutto di un supporto e di una pianificazione applicata al lungo periodo.
Per questo è importante l’impegno a non concentrare gli aiuti solo nei primissimi giorni, ma sostenere l’opera di ricostruzione con interventi programmati che possano durare nel tempo.

OBIETTIVI: dare un aiuto concreto per il futuro partendo dai bambini

L’obiettivo del progetto è supportare le comunità colpite dal terremoto sostenendole nell’opera di ricostruzione.
Un’attività che si è messa in moto già nelle ore immediatamente successive l’emergenza, e che si è focalizzata su interventi mirati di lungo periodo, concretizzandosi nella costruzione della Scuola Materna di Norcia, un’area particolarmente devastata dal terremoto.

IL NOSTRO PROGETTO: una gara di solidarietà per la ricostruzione di una scuola materna

Una Amatriciana per ricostruire è la risposta semplice e immediata a una situazione di grave emergenza, avviata con il contributo decisivo di Costa Crociere e il coordinamento di Costa Crociere Foundation.
L’idea nasce dalla città di Amatrice, epicentro del terremoto ma anche patria di un famoso piatto tipico italiano.
La pasta all’Amatriciana è così diventata veicolo di solidarietà, e per ogni piatto servito nei ristoranti di bordo delle navi e ordinato dagli ospiti, Costa Crociere ha donato un euro.
Molte tra le persone che avevano contribuito alla causa semplicemente ordinando il piatto hanno però voluto spingersi oltre, con offerte libere volontarie che si sono aggiunte a quelle del personale di terra e di bordo e che hanno permesso di raccogliere una somma importante da destinare alle comunità colpite dal sisma.
Un tavolo congiunto guidato dalla Task Force Missione Scuola della Presidenza del Consiglio dei Ministri, di concerto con la Protezione Civile, il MIUR e il Comune di Norcia, insieme alla Fondazione Rava, ha definito una serie di priorità necessarie a garantire al più presto il ritorno dei bambini sui banchi di scuola.
La scelta di come impegnare le donazioni raccolte si è focalizzata su una delle priorità individuate, sostenendo la ricostruzione della scuola materna di Norcia, inaugurata il 9 maggio 2017 e restituita a 125 bambini che hanno finalmente ritrovato il posto dove studiare, giocare e crescere sereni.
L’inaugurazione della scuola, una struttura moderna e antisismica dotata di impianti energetici e di riscaldamento a ridotto impatto ambientale in linea con l’idea di sviluppo sostenibile promossa da Costa Crociere, è stata una grande festa per tutta la città umbra.
Un evento emozionante per i bambini e per tutta la comunità, che ha alternato momenti istituzionali come il taglio del nastro e l’intitolazione di un’aula a Costa Crociere a momenti di spettacolo e divertimento offerti dalla squadra di animatori delle navi Costa e dalla presenza di un ospite amato dai bambini come Peppa Pig.
Con l’apertura della nuova scuola si compie un’opera di ricostruzione di altissimo valore simbolico che traduce concretamente la grande generosità degli Ospiti delle navi Costa Crociere e la particolare sensibilità sempre dimostrata nel sostenere chi ha più bisogno.

Sostieni i nostri progettiGrazie a te il nostro aiuto può arrivare ancora più lontano.
DONA