Insieme per Genova

Un ponte di solidarietà per trovare insieme la forza di ripartire.
Sosteniamo la creazione di un nuovo centro polivalente con attività e servizi dedicati alle comunità colpite dal crollo del Ponte Morandi di Genova.

I risultati

  • m2
    di superficie oggetto di ristrutturazione
  • Partner commerciali che hanno donato
  • Campagna di raccolta fondi
  • Piatti di trofie serviti a bordo
Genova (Liguria)
2018
2021
Genova (Liguria)

In collaborazione con: Regione Liguria e Politiche Sociali del Comune di Genova

LA SFIDA: il crollo del Ponte Morandi, una città spezzata.

Il 14 agosto 2018 la città di Genova vive uno dei momenti più drammatici della sua storia recente. Il cedimento del ponte Morandi è una ferita profonda che spezza Genova in due. La città di Genova privata di un’infrastruttura di collegamento così strategica ha subito ripercussioni davvero pesantissime sia sul piano economico sia sul piano sociale.
Oltre a provocare numerose vittime questa tragedia colpisce in modo devastante le comunità che vivono in prossimità del viadotto autostradale. Sono centinaia le persone costrette ad abbandonare le loro abitazioni e, quelle che abitano nella zona e che lavorano nelle diverse attività commerciali, rimangono di fatto tagliate fuori dal resto della città.
È il quartiere di Certosa, in particolare, a subire questo isolamento e a pagare il prezzo più alto. Per sostenere questa comunità è necessario intervenire con opere che aiutino a tornare a una situazione di normalità, accompagnandole con una pianificazione finalizzata a ricucire un tessuto sociale profondamente colpito e a ricostruire, insieme allo spirito comunitario, anche la fiducia e la speranza per il futuro.

GLI OBIETTIVI: grazie alla raccolta fondi per il Ponte Morandi ricostruiamo il senso di comunità.

Insieme per Genova si propone di sostenere le persone più colpite dall’evento del crollo attraverso la ristrutturazione di un edificio di proprietà del Comune in cui realizzare un nuovo centro di aggregazione polifunzionale nel quartiere di Certosa.
L’obiettivo è di creare uno spazio condiviso che attraverso diverse attività e servizi possa contribuire alla ricostruzione del tessuto sociale di una comunità che vuole rinascere.

IL NOSTRO PROGETTO: un nuovo centro di aggregazione per superare insieme la tragedia del Ponte Morandi.

Il progetto Insieme per Genova nasce per sostenere associazioni e cittadini di Genova Certosa, quartiere su cui maggiormente ha impattato l’evento drammatico.
L’iniziativa, promossa da Costa Crociere Foundation è stata avviata ad agosto 2018, con una raccolta fondi che ha coinvolto Costa Crociere e tutti i suoi principali stakeholders in una serie di attività, a cominciare dalla scelta di donare 1 euro per ogni piatto di trofie al pesto servite agli ospiti a bordo.
L’idea di trasformare uno dei piatti simbolo della tradizione genovese e ligure in motore di solidarietà è stata da stimolo per le donazioni volontarie da parte degli ospiti, del personale di bordo, delle agenzie di viaggi, dei fornitori e dei dipendenti.
Inoltre Costa Crociere ha deciso di donare 1 euro per ogni prenotazione di una crociera effettuata fino al 30 novembre 2018. Una generosità collettiva che si è rinnovata nel grande evento di beneficienza celebrato a bordo di Costa Fortuna durante il suo primo scalo di rientro a Genova, a marzo 2019, e che ha rafforzato il sostegno al progetto, contribuendo a superare gli oltre 300.000 euro raccolti.
Il progetto si è quindi concretizzato nella ricerca e nella riqualificazione di un immobile da destinare a nuovo centro di aggregazione di Certosa, quartiere nella bassa Val Polcevera che insieme ai quartieri di Rivarolo, Begato, Borzoli e Teglia costituisce un unico grande bacino di circa 35.000 abitanti. L’immobile individuato, di proprietà del Comune di Genova e in stato di disuso, si trova in un’area particolarmente strategica per la presenza di servizi primari come un asilo nido, una scuola media, un mercato e per la fruibilità del trasporto pubblico, con comodo accesso alla fermata della metropolitana.
Il nuovo centro aggregativo si sviluppa su una superficie di 530 mq circa, e l’intervento di riqualificazione coinvolge anche gli spazi esterni di ulteriori 500 mq che comprendono un’area giochi e un campo sportivo e che saranno condivisi con l’adiacente scuola media. Particolare attenzione è stata dedicata anche all’asilo posto al primo piano dell’edificio con un intervento di riqualifica del giardino per i giochi dei bambini e dell’accesso all’asilo stesso.
Per accompagnare il processo di incontro tra le istituzioni che gestiranno l’immobile e la cittadinanza, facendo tesoro del forte spirito comunitario che da sempre ha caratterizzato questa zona, abbiamo inoltre organizzato un percorso partecipativo finalizzato a coinvolgere da subito le associazioni di quartiere, per raccogliere proposte, individuare le funzioni e le attività da ospitare e definire le modalità di gestione del centro.
La nuova area polifunzionale, con le diverse attività di aggregazione come corsi di danza, laboratori di arte, pittura, cucina, spazi di ascolto, di supporto psicologico e co-working, diventerà così il nuovo centro pulsante del quartiere e il simbolo di una rinascita e di una ricostruzione davvero compiuta.

100%
100% delle
donazioni
investite
in progetti

Dona alla Fondazione o seleziona un progetto attivo a cui desideri donare:

Scegli tu l'importo

10€
20€
30€
Altro importo
DONA>
smile
Sostieni i nostri progettiGrazie a te il nostro aiuto può arrivare ancora più lontano.
DONA